4.5
(6)

Abbiamo già parlato delle sonde che ci permettono di rilevare la temperatura al cuore dei prodotti sottovuoto, sia per le cotture dirette che per vari test. Proprio in quell’articolo, Niccolò ci fa presente che in commercio possiamo trovare anche delle sonde senza fili utilizzabili per la cottura in sottovuoto.

Essendo già a conoscenza dell’esistenza, da qualche anno, di un prodotto del genere e visto che il modello proposto da Niccolò era diverso, abbiamo voluto approfondire le ricerche. Così ci siamo resi conto che sul mercato stanno pian piano uscendo anche altri modelli di sonde wireless, ma per lo più realizzate per le cotture al barbecue.

Perciò vorremmo fare un po’ il punto della situazione su questa tecnologia.

Le caratteristiche essenziali di una sonda senza fili per il sottovuoto

In primis, una sonda wireless deve riuscire a mandare il segnale corretto attraverso la busta e l’acqua in cui è stata immersa, oppure dall’interno del forno a vapore. Questo sicuramente influisce sul costo, perché il segnale che viaggia attraverso le frequenze della rete wireless deve attraversare varie barriere tra cui anche il calore.
In aggiunta, oltre al costo elevato dovuto appunto alla tecnologia utilizzata, ci si trova di fronte a una limitazione non poco importante… Il prodotto confezionato e cotto con la sonda al suo interno, nella maggior parte dei casi viene conservato per più giorni. Questo significa non poter recuperare la sonda fino al consumo del prodotto stesso.

È anche vero che il prodotto confezionato con la sonda può essere utilizzato per primo e magari essere consumato già il giorno successivo. Questo però ci impedisce una certa libertà e ci costringe ad acquistare più sonde per lo stesso terminale per averne sempre a disposizione.

L’utilità reale della sonda wireless e la nostra preferenza

Quindi, il vero vantaggio per ora, è quello di utilizzare la sonda senza fili per effettuare dei test.
Probabilmente fra qualche anno i prezzi scenderanno e ci sarà la possibilità di acquistarle senza timori di poterle danneggiare, perderle o sborsare cifre importanti.

Noi per ora continuiamo ad usare le sonde tradizionali con il cavo, in quanto quella wireless non è tanto economicamente vantaggiosa quanto comoda.

La tua opinione è importantissima per noi.

Teniamo molto a creare la miglior esperienza possibile e condividere le informazioni in maniera efficace.
Aiutaci a migliorare i contenuti mettendo la tua valutazione a questo articolo: scegli quanti “pollici” pensi valga e inviaci il tuo feedback anonimo se ti verrà proposto dopo aver votato.

Facci anche sapere, nei commenti qui sotto, se ciò che hai appena letto è sufficientemente chiaro, oppure scrivici i tuoi suggerimenti se pensi che possiamo ancora migliorare!